Qual è la velocità di rotazione di una fresatrice?

Il mandrino, un cilindro di metallo posizionato nella tua fresatrice, porta al movimento delle lame. La velocità di rotazione di queste ultime è fondamentale, poiché permette di lavorare specifici materiali e di ottenere risultati precisi in più o meno tempo.

Velocità di rotazione

Le lame, o meglio le frese, della tua fresatrice lavorano mediante dei denti, che svolgono funzione abrasiva su diversi materiali.

La velocità di rotazione delle lame dipende, anche se non completamente, dalla potenza del motore. In linea generale, la velocità di trazione tende ad essere inversamente proporzionale alle dimensioni delle frese. Più piccole sono queste ultime, più velocemente gireranno.

Per fare un esempio concreto, delle frese grandi difficilmente superano i 10.000 o 15.000 giri al minuto. Diversamente, denti più piccoli raggiungono anche i 20.000 giri al minuto, aiutandoti a terminare il lavoro più velocemente.

Molti modelli della fresatrice offrono ormai una funzione molto comoda, ovvero la possibilità di regolare la velocità di rotazione delle frese. Questo ti permette di adattarla alle diverse tipologie di lavoro che andrai a svolgere. In questo modo la scelta di denti più o meno grandi non andrà troppo a penalizzarti nel caso di determinati lavori, ed avrai a disposizione un ampio raggio di velocità tra cui scegliere di volta in volta.

Ovviamente devi comunque tenere conto della potenza e delle possibilità offerte del motore. Come puoi immaginare, un modello di fresatrice per uso hobbistico tenderà ad essere meno potente, e quindi meno veloce, di una alternativa usata per scopi semi professionali o addirittura nei cantieri.

 

La velocità di rotazione delle lame, anche conosciute come denti, di una fresatrice è un fattore sicuramente molto importante. Ricorda quindi di analizzare anche questo elemento, riportato sempre sulla scheda tecnica di ogni prodotto, prima di acquistare una nuova fresatrice.
Quali sono gli accessori di una friggitrice?